acquari_piante_guide_database

Le ultime piante inserite sono:

 -   Staurogyne repens
 -   Hygrophila pinnatifida
 -   Riccia fluitans
 -   Echinodorus quadricostatu ...
 -   Hygrophila polysperma
 -   Ludwigia helminthorrhiza
 -   Phyllanthus fluitans
 -   Anubias barteri var. nana ...
 -   Hydrocotyle sibthorpioide ...
 -   Proserpinaca palustris Cu ...
 -   Cyperus helferi
 -   Spiky Moss ... Taxiphyllu ...
 -   Hottonia palustris
 -   Riccia sp. ''Dwarf''
 -   Littorella uniflora
 -   Polygonum sp.
 -   Vallisneria nana
 -   Utricularia graminifolia
 -   Blyxa japonica
 -   Fissidens fontanus
 -   Weeping Moss ... Vesicula ...
 -   Riccardia
 -   Barclaya Green
 -   Echinodorus cordifolius s ...
 -   Echinodorus 'Red Flame'
 -   Barclaya longifolia
 -   Taiwan moss
 -   Cryptocoryne crispatula v ...
 -   Ludwigia glandulosa peren ...
 -   Pistia stratiotes
 -   Najas guadelupensis
 -   Myriophyllum tuberculatum ...
 -   Hemianthus micranthemoide ...


ELENCO COMPLETO
   

  mancano molte piante ... appena troverò
l e foto inserirò anche le altre schede ...
  se vuoi contribuire con le tue fotografie
i inviale a
info@plantacquari.it

  indicando nome e cognome per il
  copyright.
 
   
   
   
  
  
  
   
   
  

   altri ...
 

Puntata 1
Le basi ... cosa serve per un plantacquario



Un' acquario ideale non esiste ma realizzare un plantacquario di tutto rispetto non è così difficile, basta fornire alle piante tutti gli elementi necessari al loro sviluppo.

Le piante come tutti gli esseri viventi, per sopravvvere e crescere, hanno bisogno di nutrirsi; in natura ricevano i nutrimenti dall'acqua, dall'aria e dalla luce solare. Nei nostri acquari le piante si comportano allo stesso modo e per questo bisogna creare una condizione tale per poterne garantire la sopravvivenza e la crescita.

In un plantacquario, dove spesso la sviluppo delle piante è spinto al massimo, diventano indizpensabili:

un impianto di CO2

L'anidride carbonica è un elemento indispensabile per la crescita delle piante. In un acquario ricco di piante, quella presente in acqua viene presto esaurita ed è indispensabile fornirne altra in giuste concentrazioni. Gli impianti realizzati con zucchero e lievito nonfanno al caso notro perchè hanno un erogazione molto variabile; mentre con un impianto a bombola usa e getta o ricaricabile e un buon diffusore, tenendo il KH entro un valore compreso tra 4 e 5, con una minima spesa possiamo mantenere il
PH a circa 6.5 garantendo una giusta concentrazione di CO2.

un buon impianto d'illuminazione

Come la CO2, anche l'immluminazione svolge un ruolo fondamentale per la crescita delle piante.
Spesso di parla di rapporto W/L e del fatto che in un acquario dedicato alle piante tale valore non debba scedere sotto l'1 ... questo non è del tutto vero ... quando si progetta un plantacquario bisogna considerare oltre al rapporto W/L anche la distribuzione della luce all'interno dela vasca (per esempio utilizzando una plafoniera da 90cm posizionata al centro di una vasca lunga 120cm, avremo sempre le zone laterali con carenza di illuminazione) e bisognerà posizionare le lampade in modo che tutta la vasca sia sufficentemente illuminata o progettare la disposizione delle piante in base alle loro esigenze. Con le lampade a tecnologia T5 potremo coltivare piante molto esigenti in fatto di luce mantenedo anche un rapporto di 0,7 W/L purchè la vasca non abbia un altezza superiore ai 50cm. Per altezze superiori avremo bisogno di un maggior rapporto W/L e dovremo utilizzare un numero maggiore di lampade t5 o optare per lampade HQI o HQL.

un buon fondo

Molte delle piante acquatiche assorbono i nutrimenti dale foglie, ma dobbiamo comunque fornire un ottimo fondo per permettere un buon sviluppo radicale e garantire la sopravvivenza della pianta.
Un buon fondo deve essere fertile e non deve compattarsi, una granulometri media e una forma non arrotondata ma irregolare dei singoli granelli garantiranno una buona circolazione dell'acqua e permetteranno alle radici di svilupparsi con facilità.

una buona linea di fertilizzanti

nitrato potassio e fosfato sono macronutrienti indispensabili per le piante, ma altrettanto lo sono i micronutrienti quali ferro e manganese ecc... Utilizzando una linea completa dove è possibile dosare separatamente ogni elemento è consigliato e permette di intervenire in tempi brevi in caso di sintomi dicarenza evitado di dover sovradosare altri elementi.

Torna alla Miniguida

plantacquari.it NON si assume nessuna responsabilità nel caso di danneggiamento dei vostri acquari o danni a persone o cose derivanti dall'articolo.



Copyright © plantacquari.it tutti i diritti riservati

  E' vietato l'utilizzo, anche se parziale, dei testi e delle Fotografie pubblicate nel sito senza l'autorizzazione scritta del detentore dei diritti   
d'autore della fotografia stessa.